Le cozze: piuttosto in passerella o in una brasucade?

Conchyliculteur de la lagune de ThauMoules de la lagune de Thau

Nella laguna di Thau si producono ogni anno quasi 3000 tonnellate di cozze mediterranee. E qui, cucinarli è un'arte. Pronti per una degustazione?

  •  - © Hugo Da Costa
  •  - © Hugo Da Costa
Scoperta e delicatezza
 
Durante una gita a Mèze, mi aggiro per il centro città e scopro il mercato coperto. L'atmosfera è amichevole, i negozianti si chiamano da uno stand all'altro e offrono ai passanti la possibilità di assaggiare i loro prodotti. Dopo aver raccolto pezzi di meloni e qualche oliva, mi fermo davanti al banco di un allevatore di molluschi.

Mi offre di assaggiare il sentiero delle cozze. Io, che conoscevo solo le cozze marine, non sto chiedendo l'elemosina! Queste cozze, cotte, sono marinate in olio d'oliva e limone e perfettamente condite. Delizioso!

Divertito dal mio entusiasmo, il produttore mi spiega che nel bacino del Thau vengono prodotte ogni anno quasi 3000 tonnellate di cozze mediterranee. Nei dintorni, alcuni produttori li offrono addirittura in degustazione nel loro sito di produzione, cucinati in "brasucade", cioè grigliati sui ceppi di vite, e cosparsi di salsa durante la cottura. Mi fa venire l'acquolina in bocca!

Quando gli spiego che andrò sicuramente a scoprire questa ricetta prima di tornare al mio albergo a Sète, mi spiega che potrò scoprire le cozze ripiene, che dopo aver bollito a lungo in una salsa a base di pomodoro, possono essere mangiate con riso, pasta o patate.

Non c'è dubbio che questa vacanza sarà una vacanza da gourmet...