Giostre nautiche

A Sète, con la creazione del porto, il 29 luglio 1666, nacquero le giostre dei Nativi. Un'antica tradizione marittima che ha i suoi codici, il suo vocabolario, i suoi riti, la sua musica.

Arroccati sulla tintaine in cima alle barche, muniti di lancia e baluardo, i giocatori aspirano tutti a vincere il Saint-Louis, il più prestigioso dei tornei. Uno sport estremamente spettacolare dove la trasmissione in famiglia è all'ordine del giorno.
Sette aziende e una scuola di giostra contribuiscono a mantenere questa tradizione profondamente radicata.

Da metà giugno all'inizio di settembre, al di là del folklore e della tradizione, i tornei giostrai si svolgono in estate e riflettono l'anima della gente di Sète.



Programma del torneo

I tornei sono preceduti da una sfilata di giocatori, tutti vestiti di bianco e in canoa, accompagnati da musica tradizionale, dove l'oboe e il tamburo sono al centro della scena.

Un primo passaggio d'onore apre il torneo. I giocatori presentano le loro lance e si stringono la mano mentre le barche si incrociano. Poi i due uomini, appollaiati sull'acufene delle barche, con il petto protetto dal baluardo, cercano di cadere in acqua quando le barche si incrociano, con una lancia di legno con la punta affilata.
Le fanfare con sede negli stand "scaldano" l'atmosfera e salutano i suonatori vittoriosi e gli spettacolari passaggi con strumenti a fiato e grandi tamburi!
Dalle tribune allestite lungo le banchine del Canal Royal si assiste a spettacolari battaglie.

Il torneo di giostra di St. Louis Monday  

Ogni anno in agosto, per una settimana, la festa di San Luigi, il patrono di Sète, offre spettacolari tornei di giostre!
È l'appuntamento tanto atteso dei giocatori per il loro ultimo torneo dell'anno, un vero e proprio campionato mondiale in ogni categoria, compreso quello "pesante", che si svolge il lunedì di Saint Louis.
Per il vincitore del grande torneo di Saint Louis l'immortalità è garantita: il suo nome è inciso per i posteri su un baluardo, esposto nella sala delle giostre del Museo Paul Valéry.
 

Anche i ragazzi ci stanno dando dentro.

Fin da piccoli, i bambini di Sète sognano di diventare grandi giocatori...
L'obiettivo dell'Ecole de Joutes de la Marine (Scuola di Giocoleria della Marina) è quello di introdurre i bambini dai 3 ai 17 anni alle giostre in Linguadoca aiutandoli ad acquisire la tecnica di questo sport nel massimo rispetto delle tradizioni.