Scoperta


Autenticità, territorio, patrimonio, spiaggia, canali : lì c'è tutto...

I canali che attraversano la città, il Monte Saint Clair che offre un panorama eccezionale fino ai Pirenei, un porto peschereccio nel centro cittadino, 12 km di spiaggia di sabbia fine, certamente Sète ha le carte in regola per rappresentare una scoperta particolare e sorprendente...

Una città posata sull'acqua...

Un po' più di tre secoli fa, Luigi XIV decise di dotare il canal du Midi di uno sbocco marittimo. Il 29 luglio 1666, nacque il porto di Sètè, e l'evento fu festeggiato con tornei nautici che da allora sono parte integrante della città. Questo porto si arricchì soprattutto grazie al commercio del vino.

L'urbanizzazione e l'architettura ne portano ancora le tracce. Il porto, con le sue navi mercantili, i piroscafi, i velieri e i pescherecci, costituisce il cuore della città. Qui, un'aria particolare ha ispirato grandi scrittori, poeti e cantanti: Paul Valéry, Jean Vilar e Georges Brassens, nonché pittori che espongono le proprie opere nelle gallerie di tutto il mondo.
 

spartire :