Patrimonio


Sète è dotata di un patrimonio variegato, eredità della sua posizione geografica, della sua popolazione e della sua tradizione marittima.

Dalla fondazione della città, avvenuta nel 1666 per volere di Luigi XIV che la fornì di un porto in mare come sbocco del Canal du Midi, Sète conserva un reticolo di canali e di moli dalle facciate colorate, ma anche la tradizione dei tornei nautici della Linguadoca e delle feste di Saint Louis.

La sua popolazione, costituita dagli abitanti del luogo mescolati con immigrati in gran parte italiani, ha conferito a Sète un patrimonio culinario unico che combina i prodotti del mare e dello stagno di Thay con le influenze della cucina italiana.

Dei suoi 350 anni di attività commerciale e ittica Sète conserva delle tradizioni fortemente radicate e un vivido patrimonio marittimo.
 

spartire :